Gruppo di continuità UPS: La Guida Definitiva per l’Acquisto

Ecco la classifica dei migliori gruppi di continuità UPS.

Alzi la mano chi ha perso almeno una volta nella vita un file non salvato perché la corrente elettrica è saltata da un momento all’altro.

Altra domanda, in quanti abbiamo dovuto letteralmente buttare il proprio PC gaming, perché un fulmine ha danneggiato il conduttore di energia elettrica?

E se ti dicessi che c’è una soluzione per prevenire tutto questo? Magari, non sai che esiste una cosa chiamata gruppo di continuità che ti dà la possibilità di stare tranquillo anche in caso di fulmini.

Andiamolo a scoprire!

Gruppo di continuità APC: ecco come sceglierlo

Gruppo-di-Continuità-UPS

Ho organizzato l’articolo in due sezioni principali: ti spiegherò cos’è e come scegliere un UPS, poi ti ho indicato diversi modelli tra i quali scegliere.

Ecco l’indice dell’articolo!

Ti anticipo inoltre quali sono i 4 Gruppi di continuità UPS che ti mostrerò

  1.  Tecnoware ERA PLUS
  2. Trust Oxxtron
  3. APC Back-UPS BX
  4. APC Power-Saving Back-UPS

Gruppo di continuità APC: cos’è e come funziona?

Non ti spaventare per il parolone, cercherò di spiegarti nella maniera più semplice possibile cos’è un gruppo di continuità (o UPS, come dicono gli inglesi).

Ma prima di fare ciò, vorrei assicurarmi che tu abbia ben in mente il motivo per cui avere in casa un gruppo di continuità per pc.

È semplice: prevenire è meglio che curare.

Perché rischiare di buttare via centinaia e centinaia di euro se possiamo prevenire il danno?

Diversi tipi di UPS: eccoli tutti

Devi sapere che essenzialmente troverai tre tipi di gruppo di continuità per pc: offline, online, line-interactive. Ecco la differenza:

Gli UPS offline:

  • costano meno;
  • hanno una autonomia piuttosto bassa;
  • entrano in funzione dopo circa 5 millisecondo;
  • non hanno nessuna protezione da eventuali sbalzi di tensione

Al contrario, gli UPS online:

  • sono molto più costosi;
  • hanno un’autonomia di gran lunga maggiore;
  • si azionano quasi nell’immediato

La differenza sostanziale fra UPS offline e online sta nella loro alimentazione: i primi sono alimentati dalla stessa corrente elettrica, i secondi da batterie.

I gruppi di continuità line-interactive sono un ibrido tra quelli offline e quelli online: entrano in funzione dopo circa 5 millisecondi, come gli UPS offline, ma assicurano una protezione maggiori di quest’ultimi. Se poi ci affiancate un buon AVR allora la protezione sarà ottima.

Una spiegazione tecnica per la scelta del gruppo di continuità per PC

Detto questo, ti faccio una domanda: quale compreresti? A pelle, sono certo che ti indirizzeresti versi gli line-interactive. E secondo me, faresti bene. Ma per fare una scelta consapevole, dovresti valutare ancora due fattori importanti: l’onda sinusoidale e gli ingressi dell’UPS.

Andiamo in ordine.

L’onda sinusoidale, questa parolona, indica il tipo di tensione elettrica prodotta dal device. Se l’onda è molto quadrata, come succede per i gruppi di continuità offline, significa che la corrente elettrica in entrata è di cattiva qualità e poco stabile. Ciò significa di conseguenza che l’apparecchiatura non ha un livello di performance ottimale.

Al contrario, se quest’onda dovesse essere fluida, tecnicamente detta pura, allora starai acquistando un buono prodotto perché la tensione elettrica dell’UPS spesso è migliore di quella in entrata.

L’altro aspetto è la tipologia degli ingressi dell’UPS per pc. In commercio, troverai le classiche Schuko oppure le prese IEC320-C13. Probabilmente non le hai mai sentite nominare, ma sono le classiche prese che usiamo tutti i giorni. Ecco due foto per farti capire quali sono:

gruppo di continuità UPS

Ultima cosa: la formula per calcolare la potenza del gruppo di continuità. Tieni presente che la giusta potenza varia al numero delle apparecchiature che vuoi collegare. È differente attaccare tre elettrodomestici dal collegarne quindici, concordi?

Quanta potenza deve avere un gruppo di continuità?

Innanzitutto dovrai sapere quanti Watt consuma il tuo Alimentatore PC.

I comuni apparecchi domestici hanno una potenza espressa in watt. Al contrario, quella degli UPS è espressa in voltampere (VA). Quindi, dovrai prima convertire la potenza degli elettrodomestici da watt a VA.

Il tutto è davvero molto semplice: ti basta moltiplicare i VA per 0.6. Non è un valore preciso, ma è una media attendibile.

Facciamo un esempio: un gruppo di continuità di 700VA potrà mantenere in sicurezza 420w. A seconda della qualità dell’UPS questo valore può aumentare o diminuire di una 20ina di watt


I migliori gruppi di continuità UPS: la classifica definitiva

Okay, ma ora che sappiamo cos’è un gruppo di continuità per pc, sappiamo con quali criteri sceglierne uno, quale ci consigli tu? E qui vi volevo! Personalmente, vi consiglio uno di questi 4 UPS:

  1.  Tecnoware ERA PLUS
  2. Trust Oxxtron
  3. APC Back-UPS BX
  4. APC Power-Saving Back-UPS

1) Tecnoware ERA PLUS

Gruppo di continuità economico

Il primo di cui ti parlo è il Tecnoware Era Plus. Esistono diversi modelli di questa serie. Io te ne parlo in generale perché, indipendentemente dal modello, assolvono tutti le stesse funzioni, chi un po’ meglio e chi un po’ peggio.

Ha una potenza media di uscita di 770 watt, la sua tensione di uscita massima è pari a 230V, la sua capacità è di 1100 VA e supporta gli ingressi Schuko.

Diciamo che per chi non ha grandi esigenze, ma vuole stabilizzare e avere la garanzia di almeno dieci minuti di autonomia dopo il distacco della corrente, esclusivamente per pc e monitor, questo gruppo di continuità fa al caso suo.

Una pecca che possiamo trovargli è il leggero rumore che emette quando funziona normalmente, mentre è molto rumoroso quando interviene e lavora in mancanza di corrente. Il prezzo su Amazon è piuttosto buono, parliamo di un costo medio di €55,00.

 2) Trust Oxxtron

Gruppo di continuità Trust

Ancora una volta ti parlo della serie in generale. È una linea di produzione di gruppi di continuità con una potenza che varia da 800 VA a 1500 VA. Tutti i modelli supportano gli ingressi AVR.

Niente da dire come gruppo di continuità: fa il suo lavoro, non ci sono ventole ed è silenzioso. L’errore più grossolano è il pulsante di accensione: essendo un semplice interruttore, se per caso lo schiacciassi, si spegnerebbe subito e addio lavoro.

Considera che altri gruppi di continuità costringono a tenere premuto il pulsante per evitare questo problema. Qui conviene nasconderlo alla vista di bambini o, meglio, non metterlo vicino ai piedi per evitare di urtare il pulsante.

Puoi trovare questi UPS per un costo medio di €100,00.

Offerta
Trust Oxxtron Gruppo di Continuità 1000 VA, Nero
488 Recensione

3) APC Back-UPS BX

Gruppo di continuità per PC

Penultima serie di UPS che vedremo oggi assieme. A differenza delle due precedenti, questa gamma di gruppo di unità dispone anche di 6 uscite IEC-C13. Potete decidere voi che tipo di uscite avere, in fase di acquisto. Infatti, su Amazon sono disponibili entrambe le versioni.

La serie di produzione APC comprende UPS da 700, 950 e 1400 VA. Parliamo di APC, una marca leader nel settore.

Se si ha necessità di utilizzare apparecchiature in brevi interruzioni di corrente,o si ha bisogno di salvarle da picchi o sbalzi di tensione, questo è il prodotto giusto. Molto silenzioso, anche il cicalino che segnala la mancanza di tensione in entrata.

I prezzi che girano online variano dai €90,00 ai €200,00 a seconda di che modello scegli.

4) APC Power-Saving Back-UPS

Gruppo continuità UPS

Dulcis in fundo l’APC Power-Saving Back-UPS. È un prodotto che sicuramente non farà bene al tuo portafogli dato che costa in media la bellezza di €300,00. Avrai la possibilità di scegliere tra presa Schuko o IEC-C13 e di optare tra 550, 900, 1200 o 1500 VA.

Diciamo che, come detto prima, APC è una garanzia di qualità nel campo degli UPS. Questa serie, nella fattispecie, è veramente buona. I prodotti sono silenziosi e performanti, punto.

Se hai soldi da investire in sicurezza per i vostri device, spendili in questa gamma e non te ne pentirai.

In linea di massima, queste quattro gamme di produzione sono ottime.È chiaro che laddove spenderai qualcosina di più avrai una performance superiore. Ma se il tuo intento è avere qualcosa che adempia alle sue funzioni, anche se non ottimamente, allora potresti puntare anche per la versione più economica, senza problemi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *