Le 9 Migliori Tastiere Meccaniche | La guida definitiva APRILE 2018

Meglio una tastiera meccanica o a membrana?

Se ti sei posto più volte questa domanda, allora sei nel posto giusto!

Oggi ti parlerò di cosa sono e quali sono le migliori tastiere meccaniche gaming.

Ti avverto, sono tastiere che possono costare anche 150 euro, ma è una spesa che dà soddisfazioni ogni giorno.

La tastiera, insieme al tuo mouse, è uno strumento che userai ogni giorno, dedicagli la giusta attenzione!

Ecco cosa troverai in questo articolo:

Migliori Tastiere Meccaniche: cosa sono e come sceglierle

tastiere meccaniche

Ti anticipo questa tabella con le migliori tastiere meccaniche che andremo a recensire.

Se sai già come scegliere una tastiera meccanica, scegli da questa tabella! Non troverai di meglio in giro.

Se invece non sai cosa vuol dire switch, ghosting, layout, buona lettura!

Migliori tastiere meccanichePrezzo / Recensione
 AUKEY KM-G3Prezzo / Recensione
 Trust GXT 880Prezzo / Recensione
 Razer OrnataPrezzo / Recensione
 Corsair Gaming STRAFEPrezzo / Recensione
 Logitech G410 Atlas SpectrumPrezzo / Recensione
 Logitech G910 Orion SpectrumPrezzo / Recensione
 Razer BlackWidow Tournament EditionPrezzo / Recensione
Corsair CH-9000227-IT Strafe RGBPrezzo / Recensione
 Razer BlackWidow XPrezzo / Recensione

Una tastiera meccanica ha, su ogni tasto, un interruttore meccanico, che alla pressione chiude un circuito elettrico.

Non è necessaria una pressione completa per azionare il circuito come una tastiera a membrana, quindi è più veloce.

La costruzione è molto più accurata, è presente uno switch per ogni singolo tasto, garantisce buone performance anche dopo un utilizzo prolungato

Un “difetto” è la rumorosità: il rumore alla pressione di un tasto è maggiore rispetto a quello prodotto da una tastiera a membrana, ma a molti piace!

Tastiera meccanica: Ne vale la pena?

Avrai già capito che una meccanica ha un prezzo più elevato rispetto alle membrana, ne vale la pena? Questo dovrai dirmelo tu.

La scelta è del tutto personale, ma oggi ti aiuterò a decidere.

In ambito gaming, una tastiera meccanica è sicuramente più soddisfacente; la velocità di pressione di un tasto, spesso, può cambiare le sorti di una battaglia.

Ma attenzione: se non sei bravo in un gioco,  una tastiera meccanica non farà di te un professionista.

La prima cosa che conta è sempre l’abilità, il resto (tastiere, cuffie, mouse) son tutti dettagli 😉


Le tastiere meccaniche sono tutte uguali?

Ovviamente no.

Ti dirò di più: forse è più facile scegliere una CPU che una tastiera meccanica!

Le caratteristiche di una tastiera meccanica sono più complicate scegliere non è facile;  ma non temere!

Con qualche buon consiglio riuscirai a restringere il campo.

Ecco le principali caratteristiche che dovrai osservare:

  1. Layout
  2. Ghosting
  3. Polling-rate
  4. Tipo di switch

1- Layout: scegli la giusta disposizione dei tasti

Cominciamo da un parametro semplice, il layout.

Esso indica in che modo sono disposti i vari tasti sulla tastiera. Il layout “classico” che usiamo quasi tutti noi è quello italiano (qwerty) a 105 tasti.

Ci sono anche altri tipi, per esempio il tenkeyless, che non ha il tastierino numerico, ma ne esistono altri ancora.

Non te li elenco tutti perché sono sicuro che utilizzerai il classico layout(se disponibile), ma se può interessarti, puoi dare un’occhiata qui ai vari layout stranieri. Ti consiglio di prestare attenzione al layout US, che è quello più utilizzato su gran parte delle tastiere meccaniche di qualità.


2- Ghosting: il fantasma del tasto non premuto

Forse è un po’ inquietante, ma il ghosting è un fenomeno che avviene quando si premono più tasti contemporaneamente e tra i vari segnali inviati risulta uno non mandato da noi. 

Ti faccio un esempio: apri word, premi tre tasti contemporaneamente (ABC) ma sul documento ti appare ABCD. La lettera”D”, in questo caso, è una lettera “fantasma” perché appunto non l’hai premuta.

L’esempio di sopra si verifica solo in tastiere molto economiche. Il ghosting può essere anche inverso, premendo tre tasti ma risultano solo due.

Le tastiere meccaniche dotate di anti-ghosting ovviano a questo problema, o quantomeno ne riducono l’effetto.


3- Polling-rate: invia un segnale più velocemente

Molto semplicemente, indica la frequenza (dunque la velocità)  con la quale la tastiera invia il segnale al PC.

Oggi è possibile trascurare questo parametro, in quanto il 90% delle tastiere meccaniche di qualità, arriva a 1000Hz e non oltre.


4- Tipo di switch: scegli quello più adatto alle tue esigenze

Una tastiera meccanica ha su ogni tasto un interruttore diverso.

Questo tipo di interruttore (in inglese “switch”) può essere diverso in ogni tastiera. Ne esistono molti, ora li scoprirai uno ad uno!


Tipologie di switch: differenze tra i vari modelli

Innanzitutto, prima di conoscere i vari modelli di switch, è bene che tu conosca qualche caratteristica:

  • Corsa:  indica la profondità alla quale viene registrata la pressione del tasto e la profondità alla quale termina la corsa di quest’ultimo.
  • Forza di attuazione: indica la forza necessaria per concludere la corsa di un tasto; c’è chi preferisce tastiere morbide e chi dure.
  • Feedback tattile: uno switch dotato di feedback tattile emetterà un piccolo colpo quando la pressione del tasto verrà registrata.
  • Feedback sonoro: uno switch dotato di feeback sonoro emetterà un click quando la pressione del tasto verrà registrata.

Bene, ora che conosci le varie caratteristiche degli switch, vediamo i più comuni:

  1. Cherry MX Black: durezza e linearitàsi attiva con una forza di attuazione di 60g, un po’ pesanti, ma buoni per il gaming.  Sconsigliati per la scrittura
  2. Cherry MX Red: adatti al gaming, si attiva con una forza di attuazione di 45g circa, più adatti al gaming.
  3. Cherry MX Blue: rumorosi e adatti alla scrittura, si attiva con una forza di attuazione di 50g. Hanno un click udibile e un buon feedback tattile. Ottimi per la scrittura, meno per gaming.
  4.  Cherry MX Brown: il compromesso perfetto, 45g è la forza di attuazione necessaria, il movimento è percettibile; adatti sia al gaming che alla scrittura.
  5. Cherry MX Green: durezza e rumorosità, questo switch si attiva con una forza di ben 80g, quindi è molto duro. Inoltre, sono molto rumorosi.
  6. Cherry MX Silent: adatti al gaming notturno, è più silenzioso rispetto ai tipi precedenti. La forza di attuazione è di 45g, quindi adatti al gaming.

Dire quali di questi sia il migliore non è possibile in quanto è una scelta del tutto personale.

In genere si preferisce un Cherry MX Red o Cherry MX Silent per il gaming, ma c’è anche chi usa i Cherry MX green. Dipende solo da te!


Le migliori tastiere meccaniche

Analizziamo ora le migliori tastiere meccaniche! In base al tuo budget, scegli tra queste!

Migliori tastiere meccanichePrezzo / Recensione
 AUKEYPrezzo / Recensione
 Trust GXT 880Prezzo / Recensione
 Razer OrnataPrezzo / Recensione
 Corsair Gaming STRAFEPrezzo / Recensione
 Logitech G410 Atlas SpectrumPrezzo / Recensione
 Logitech G910 Orion SpectrumPrezzo / Recensione
 Razer BlackWidow Tournament EditionPrezzo / Recensione
Corsair CH-9000227-IT Strafe RGBPrezzo / Recensione
 Razer BlackWidow XPrezzo / Recensione

1)Aukey KM-G3

Aukey KM-G3

Cominciamo, come al solito, con un prodotto economico.

Questa tastiera, dotata di switch OUTEMU Blue (fratelli economici dei Cherry MX Blue), è adatta alla scrittura, ma anche al gaming.

Ha anche l’anti-ghosting, in modo tale da non inviare segnali non voluti.

E’ molto curata anche nell’estetica: ha, infatti, vari LED disposti lungo i tasti, che puoi modificare e impostare a tuo piacimento tramite un apposito software.

L’unica pecca è forse il layout, che è US, per cui sulla tastiera non sono presenti le lettere accentate, inoltre i vari simboli sono un po’ sparsi.

Per poter fare le lettere accentate, ti basta impostare su Windows il layout US internazionale, premere il tasto ` e poi premere la lettera da accentare.

Questa tastiera ha le normali caratteristiche di una tastiera meccanica, nulla in più, nulla in meno.

Consiglio la tastiera a chi si affaccia per la prima volta a questa categoria e non vuole essere deluso!


2)Trust GXT 880

Trust GXT 880

Vediamo adesso una tastiera prodotta da un marchio conosciuto: Trust.

La GXT 880 dispone di Switch GXT-White, che hanno una forza di attuazione di 45g e una corsa di 2mm (completa), per cui saranno reattivi e lineari.

I tuoi nemici non avranno nemmeno il tempo di guardarti in faccia!

Inoltre, l’anti-ghosting al 100% non provocherà un’azione nel gioco non voluta, così da portare a termine anche le combo più avanzate!

Quante volte ti è capitato di premere il tasto Windows e tornare al desktop per sbaglio mentre dominavi la partita?

Con questa tastiera puoi dire addio a questo problema, in quanto, durante la sessione di gioco, il tasto Windows viene disabilitato, permettendoti di evitare ritorni al desktop non voluti!

Se sei un giocatore di RPG e hai bisogno di premere una sequenza di tasti, ecco un altro buon motivo per acquistare questa tastiera: i 4 tasti macro.

I tasti macro sono tasti speciali programmabili tramite un apposito software che ti permettono di registrare una sequenza di tasti.

Cosa vuol dire?

Per esempio, al tasto G1 puoi assegnare la combinazione A+D+C, e quando lo premerai, è come se avessi premuto tutti e tre i tasti simultaneamente, in modo da risparmiare tempo.

Il layout qui è italiano, dunque quello al quale sei abituato.

Per quanto riguarda l’estetica è semplice e lineare, dispone di led bianchi, con diverse modalità di illuminazione.


3)Razer Ornata

Razer Ornata

Questo è un tipo molto particolare di tastiera. Razer ha voluto prendere i pregi di una tastiera a membrana ed una meccanica e li ha messi insieme, dando vita a questa tastiera Mecha-membrane.

E’ un ibrido tra una tastiera meccanica ed una a membrana. Ma quali sono i vantaggi?

Il risultato è una tastiera da cui si ottiene  sia  il click a metà corsa sia la morbidezza alla pressione della membrana di gomma.

Peccato, però, che la chiusura del circuito avvenga sempre col contatto tra interruttore e membrana, per cui bisogna completare la corsa per registrare un’azione.

Per cercare di rendere la pressione del tasto più veloce, Razer ha prodotto dei tasti Mid-height, ovvero dei tasti più corti utilizzati, appunto, per ridurre il tempo di registrazione delle tue azioni.

Se non altro, questa tastiera dispone di un comodo poggia polsi, utile per le lunghe sessioni di gioco.

Presta bene attenzione al layout spagnolo, che ha delle differenze a quello italiano!

Una cosa che si apprezza molto di questa tastiera è l’estetica: sono presenti dei led RGB sotto ogni tasto, e c’è la possibilità di impostarli a proprio piacimento; puoi scegliere se utilizzare gli stupefacenti effetti standard creati da Razer o impostare colorazioni a tuo piacimento per ogni singolo tasto.


4) Corsair Gaming CH-900092-IT Strafe

Corsair Gaming CH-900092-IT Strafe

In ambito informatica, Corsair sforna sempre prodotti di buona qualità, come questa tastiera.

Dispone di switch Cherry MX Brown, il compromesso perfetto tra scrittura e gaming.

Anche qui sono presenti dei tasti macro, programmabili tramite un apposito software; in questo modo, sarai più veloce dei tuoi avversari!

L’anti-ghosting al 100%, combinato ai tasti macro, ti farà ottenere le Killstreak migliori e dominare le partite!

Rispetto alle altre tastiere analizzate, questa qui dispone – nella confezione – dei tasti W-A-S-D  apparentemente zigrinati, che si possono intercambiare con quelli standard e che permettono di avere un grip maggiore.

Inoltre, dietro la tastiera è presente una porta USB, nella quale potrai collegare, ad esempio, il mouse (o le cuffie) per stare più comodi. Per poterla utlizzare, però, dovrai collegare una seconda presa USB al PC.

Il cavo di questa tastiera si divide in due cavi, uno per alimentare la tastiera, e uno per alimentare il dispositivo che collegherai alla tastiera stessa.

Per quanto riguarda l’estetica, sono presenti dei LED rossi su ogni tasto, ed è possibile modificarne l’intensità per singolo tasto, dando magari maggiore luminosità ai tasti che più utilizzi in modo tale da individuarli più facilmente.


5)Logitech G410 Atlas Spectrum

Logitech G410 Atlas Spectrum

Se hai a disposizione poco spazio sulla tua scrivania, ti presento questa tastiera con layout tenkeyless (senza tastierino numerico).

Questa tastiera presenta degli switch Romer G, che hanno una forza di attuazione di 45g e una corsa completa profonda 1.5mm, per cui sono molto rapidi.

Vedrai, per i nemici sembrerai un cheater!

Anche in questa tastiera è presente il blocco del tasto Windows durante le sessioni di gioco, così eviterai chiusure indesiderate.

Logitech ha anche pensato di integrare in questa tastiera una base per supportare lo smartphone, in modo da tenerlo in posizione eretta durante le sessioni di gioco.

Questo perché Logitech ha sviluppato un’applicazione per smartphone chiamata “Arx Control” in grado di monitorare CPU, GPU e RAM, per cui ha pensato che potesse essere utile monitorarli durante le lunghe e pesanti sessioni di gioco.

Ovviamente potete utilizzare la base come meglio credete.

Per collegare PC e Smartphone ti basterà scaricare sul PC il software “Logitech Gaming Software“, dopodiché dovrai collegare entrambi i dispositivi alla stessa rete, e infine avviare l’app sullo smartphone, la quale provvederà ad individuare i PC che hanno avviato il software.

Logitech ha pensato anche alle lunghe sessioni di gioco, introducendo un comodo poggia polso, ma solo sul lato sinistro della tastiera che, in genere, è quello più utilizzato.

Prestate attenzione al layout americano, è diverso da quello italiano per accenti e simboli vari.

Ovviamente Logitech pensa anche all’estetica, con LED RGB personalizzabili tramite software, per ogni singolo tasto. Puoi anche scegliere gli effetti preimpostati se non vuoi effettuare modifiche.

La consiglio solo a chi non ha spazio a sufficienza.


6) Logitech G910 Orion Spectrum


Logitech G910 Orion Spectrum

Se ami il marchio Logitech, ma il tuo spazio sulla scrivania c’è, allora ti consiglio di acquistare questa tastiera.

Ha le stesse caratteristiche della precedente, si differisce solo per alcune cose.

Innanzitutto, il layout è internazionale, bisogna farci un po’ di abitudine, ma basta poco.

Il poggia polsi copre tutta la lunghezza della tastiera, in modo da non accusare quel fastidioso dolore durante le lunghe sessioni di gioco.

Inoltre, rispetto al modello precedente, ha ben 9 tasti programmabili! E se ci sono i tasti programmabili, non può mancare l’anti-ghosting!

Per quanto riguarda l’estetica, vale lo stesso discorso fatto col modello precedente: puoi scegliere se personalizzare i tasti a tuo piacimento o utilizzare dei profili preimpostati da Logitech.


7) Razer Blackwidow Tournament Edition 

Razer Blackwidow Tournament Edition 

Qualora la piccola tastiera G410 di Logitech non ti abbia dato sicurezza, ti do una seconda alternativa.

Se il tuo spazio a disposizione è poco, o se sei un competitive player, e quindi hai bisogno di portare con te la tastiera, ti presento un’altra tastiera dal layout tenkeyless.

Questa tastiera monta switch prodotti da Razer stessa, i Razer green switch, aventi una forza di attuazione di 50g, dotati sia di feedback tattile che sonoro.

Sono switch utilizzati da molti giocatori competitivi di tutto il mondo, ma questa rimane sempre una scelta un po’ soggettiva.

L’anti-ghosting è limitato a 10 tasti, per cui se non hai particolarissime esigenze, va benissimo.

Per quanto riguarda l’estetica, ha i classici led RGB della Razer, con una costruzione semplice e tradizionale.


8)Corsair CH 9000227-IT Strafe

Corsair CH 9000227-IT Strafe

Se ami sia l’estetica che Corsair, non temere! Ho anche la soluzione per te.

Questa efficiente tastiera possiede switch Cherry MX Red, adatti al gaming. Rispetto al precedente modello Corsair, ha un comodo poggia polsi (removibile) e dei LED RGB per ogni singolo tasto.

Quindi, tramite un apposito software è possibile modificarli a tuo piacimento.

Per il resto, hanno le stesse caratteristiche del precedente modello Corsair: 100% anti-ghosting, USB, macro ecc…

Consigliata a chi adora Corsair e l’estetica in generale.


9)Razer BlackWidow X

Razer BlackWidow X

Con questa tastiera hai il top del top.

Se hai bisogno di materiali più resistenti, ecco la soluzione.

Razer ha prodotto questa tastiera con “metalli di tipo militare“, così da differenziarla da quelle di plastica.

Questa tastiera, dotata di layout US, possiede switch Razer green, già visti precedentemente.

L’anti-ghosting è limitato a 10 tasti, ma è comunque abbastanza difficile arrivare a premere un numero così alto di tasti simultaneamente.

Anche qui, il layout è US, ma ti ripeto, ci farai l’abitudine.

Grazie al software “Razer Synapse” potrai impostare i led come più ti piacciono, o con i profili predefiniti o con la tua fantasia!

Quindi, per far funzionare questi ingressi presenti lungo la tastiera, è necessario collegarli tramite il cavo di alimentazione della tastiera al PC.

E’ possibile disabilitare il tasto Windows durante le sessioni di gioco.


Conclusioni: che tastiera devo acquistare?

Ora che hai visto qualche tastiera, sicuramente hai l’imbarazzo della scelta. Come alla fine di ogni articolo, cercherò di darti qualche ultimo consiglio per guidare il tuo acquisto.

Parti, come sempre, dal tuo budget. E’ la prima cosa da tenere in considerazione prima di fare un acquisto.

Seconda cosa, poniti qualche domanda:

Ho bisogno di una tastiera che occupi poco spazio?

Fatto questo, la scelta si restringe. Poi considera i tasti macro. Ti servono per i giochi ai quali nerdi? Se non ti servono e sai che non ti serviranno, puoi già escludere qualche tastiera.

Poi pensa anche al fattore estetico. Voglio tutti quei LED su una tastiera?

Per farti un esempio, ti dico cosa farei io:

Ho un budget di 150-160 euro. Non mi interessano le tastiere piccole, voglio una con tastierino numerico. I LED mi piacciono, sono tamarri.

Quindi la mia scelta può ricadere su  Logitech G910.

Per qualsiasi dubbio, richiesta, domanda, non esitare a commentare! 😉

Buon acquisto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *